Pentecoste: porte aperte

Quando arriva il vento, quello forte e impetuoso, normalmente abbiamo due scelte: una quella di chiudere subito porte e finestre per lasciare fuori il vento. L’altra quella di spalancarle perché il vento possa entrare e togliere umidità, odore di stantio e puzza di muffa.

Così lo Spirito… Egli soffia sempre, piano piano o in modo impetuoso.

Ma soffia sempre. Soprattutto oggi, giorno di Pentecoste. E, se teniamo aperta la porta del cuore, entrerà e trasformerà ogni cosa, facendoci diventare persone nuove, aiutandoci nel cammino della vita, sostenendoci nelle difficoltà e amplificando la gioia.

E ci aiuterà a compiere i passi giusti ogni giorno con il dono della Sapienza, ci renderà solidi nei buoni propositi con quello della fortezza e ci aiuterà a fare spazio al Padre nella nostra vita con il dono della Pietà.