Buone Prassi di Inclusione

Sabato 14 aprile la Comunità Pastorale di Saronno ha accolto mons. Delpini per l’incontro “Buone Prassi di Inclusione” e l’inaugurazione della casa di Adam.

Ecco la testimonianza di Norma:

L’incontro è stato una buona occasione per conoscere e condividere le diverse esperienze di inclusione presenti sul territorio perchè, oggi più che mai, è fondamentale fare rete tra le diverse realtà che stanno già operando in questo campo.

L’arcivescovo, nella sua riflessione ai partecipanti, ha sottolineato che l’unico modo per non fomentare la paura del diverso è quello di una conoscenza reciproca e personale delle persone per vedere il bene che c’è in tutti; ha ribadito inoltre l’importanza dell’arte del buon vicinato che è la forma con cui nel gesto semplice e quotidiano si stabiliscono rapporti e si costruisce una città in cui è desiderabile vivere.

Ecco che si capisce allora tutta l’importanza di questo Sinodo minore, cammino che ci deve portare ad ascoltare la voce degli altri per domandarci cosa, coloro che arrivano, hanno da dire alle Comunità cristiane: non possiamo solo interpretarli.

Dobbiamo imparare ad essere Chiesa di tutti lavorando in comune, incontrandoci, facendo insieme carità e il bene perchè nella Chiesa formata dalle genti ognuno ha un contributo da dare.

La giornata si è conclusa poi, dopo una breve camminata per le vie del centro, nella canonica della Prepositurale, dove mons. Delpini ha benedetto la “Casa di Adama”, l’appartamento all’interno della casa parrocchiale che da circa un anno ospita 10 richiedenti asilo provenienti da Gambia, Ghana, Senegal, Nigeria e Georgia.

Le parole di Delpini sono state il coronamento di questa giornata: sono qui per benedire perché ho la persuasione che senza il Signore non possiamo nulla, ma con Lui possiamo fare cose meravigliose. La benedizione è per dire che Dio è nostro alleato.

Sicuramente questa giornata ci aiuta a ricordare che, come cittadini e come cristiani, siamo chiamati a vivere quotidianamente lo stile di un’ospitalità che si deve fare accoglienza nella generosità, nell’amore e nella condivisione.

 

Potrebbero interessarti anche...