Abbracci: Dio ha voglia di abbracci

Riportiamo alcuni stralci del messaggio di auguri scritto dalla Diaconia di Saronno per tutti noi.


Distanziamento, distanza, stanno diventando parole odiate. C’è una gran voglia di contatto. I sorrisi non ci bastano più, abbiamo voglia di abbracci.

Ai bambini piace avere mamma e papà che lavorano da casa; sembra sempre domenica e possono correre da loro quando vogliono.

L’avrà pensata così anche Dio Padre che ha creato tutti noi uomini-eterni-bambini per tirarci dentro nel suo abbraccio infinito. “Se non diventerete come bambini, non entrerete nel Regno di Dio.”

Da secoli la Chiesa ha voluto far vivere a tutti questa esperienza di vicinanza e di contatto, visitando ogni famiglia di casa in casa, in occasione del Natale.

(…) E la benedizione? Dio Padre e Figlio e Spirito Santo ti benedice ogni volta che vieni a Messa, mica solo a Natale…e in mille altre occasioni, anche se a Messa non ci vieni.(…)

A Natale, più che la benedizione, la cosa più speciale è il calore, la vicinanza della comunità cristiana, in particolare ai malati, a partire dai ricoverati per coronavirus. Vi abbracciamo uno ad uno, vorremmo farci ossigeno per allargare i vostri polmoni (…)

Ma resta il distanziamento per la pandemia: come vincerlo? Dio Padre non è distante, anzi, si fa Bambino per farsi abbracciare da noi.

Buon Natale 2020!

Potrebbero interessarti anche...